Ridando i numeri!!

Bentrovati, amici e vicini 🙂

Iniziamo col numero 40, ovvero il ritardo che ha stamattina il treno Madonna da campagna-aeroporto di Caselle. Figo, eh?

Spero di arrivare in tempo per l’imbarco e nel frattempo la prendo con filosofia. Che oggi sarebbe stata una giornata con potenziali ritardi lo immaginavo… anche se non qui a Torino!

Tra una settimana esatta, infatti, in Inghilterra si vota. E mi aspetto, dopo l’attentato di venerdì scorso, che ci siano casini di vario genere. Io sono sempre nella speranza che non arrivino ad uscire dall’Europa per mia egoistica comodità. Poi, chi vivrà vedrà…

Oggi pendolo con una bella influenza addosso. Ieri ho interrotto le attività per stare al caldo (per quanto sia possibile farlo per chi vive con un cane poco incline al gestire la noia) e devo dire che sto meglio.

Non avrei potuto mancare proprio oggi. Sì, perché si sono mosse le acque in questa settimana e ho ricevuto ben due contatti per l’inizio di un percorso terapeutico 🙂

Oggi pomeriggio vedrò a primo colloqui la seconda delle donne che mi hanno contattata e giovedì prossimo la prima. Se tutto andrà bene (bisogna sempre vedere come andrà il primo colloquio) il numero dei pazienti londinesi salirà a 3 🙂

Ciò mi conferma che è inutile farsi prendere da ansia e sconforto. Bisogna continuare a seminare e attendere pazientemente 🙂

Cosi come con pazienza attendo il treno per l’aeroporto di Caselle….

Intanto il Natale si avvicina, il freddo aumenta e io mi preparo a vivere questa festività e questo inverno dividendomi tra due nazioni. Cosa entusiasmante 🙂 anche se, a ben vedere, il Natale in London è già arrivato da inizio novembre. Forse anche prima.

Nel ridare i numeri ho giusto ieri avuto una nella notizia che mi rassicura persino in caso di effettiva uscita dall’Europa da parte dell’Inghilterra. La commercialista, infatti, mi ha comunicato che mi è stato assegnato il numero UTR, ovvero l’iscrizione all’agenzia dell’entrate UK. Con quello dovrei non avere problemi a entrare in Inghilterra anche dovesse non essere più UE… o almeno lo spero!

Resta solo da attendere, quindi, la comunicazione da parte dell’Hcpc, che spero sia altrettanto positiva.

Io, come ho imparato, attendo fiduciosa. Ho seminato e arriverà pian piano il raccolto

Cosi come è arrivato, ora, il treno per l’aeroporto 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *